Agnello con uova e Cardicelli di San Giovanni Rotondo

Agnello con uova e Cardicelli di San Giovanni Rotondo

Agnello con uova e cardicelli, piatto tipico di San Giovanni Rotondo (Fg) e altri paesi visita @puglia_tipica admin @ledafracca seguila anche su Facebook Leda Fraccalvieri foto di cortesia Caterina Porta

Cardoncelli con agnello e uova: la ricetta

Il piatto prevede come elemento essenziale anche i pezzi di carne d’agnello, il che giustifica l’alternativo nome di “spezzatino d’agnello”.
Gli ingredienti da utilizzare per quattro persone sono: 500 grammi di carne d’agnello, olio, uno spicchio d’aglio, un chilo e mezzo di cardoncelli, 4 uova e il parmigiano.

PREPARAZIONE – Per prima cosa bisogna soffriggere l’olio (almeno due o tre cucchiai) e l’aglio in una pentola. Nel frattempo, tagliare l’agnello a pezzetti, e versarlo nella pentola quando l’aglio ha assunto il colore dorato. Chi vuole, può sfumare con un po’ di vino bianco. In un altro tegame, mettere a lessare i cardoncelli (tagliati e ben lavati). Quando l’agnello è ben rosolato, si possono mettere i pomodori pelati, sale e pepe. Quando i cardoncelli sono pronti, è possibile condirli con il sugo dello spezzatino, aggiungendo formaggio, pepe e l’agnello. Mescolare il tutto con delicatezza, e aggiungere come ultimo ingrediente le uova sbattute e dell’altro formaggio; girare per far amalgamare bene il tutto e poi impiattare.“

Fonte Foggia Today

Cardoncelli con le uova tipici di San Giovanni Rotondo

Ingredienti per 4 persone: 1,5 kg di cardoncellì; 500 grammi di agnello a pezzi; formaggio pecorino grattugiato; 4 uova; sale; pepe; 4 pomodori pelati; 1 spicchio di aglio; olio.

Il cardoncello (da non confondere con il fungo omonimo) è una verdura che cresce abbondante in primavera e che, a Foggia viene venduta al mercato o agli angoli delle strade nel periodo pasquale: è infatti un piatto tipico di tale ricorrenza.

In un tegame soffriggere 100 grammi di olio con uno spicchio di aglio. Quando l’aglio è colorito aggiungere l’ agnello facendolo rosolare e bagnandolo un po’ alla volta con del vino bianco. Quando è ben rosolato, aggiungere i pomodori pelati, il sale, il pepe e continuare a cuocere. In un altro tegame a parte lessare i cardoncelli, ben lavati mantenendoli un po’ al dente e quando sono pronti, condirli con il sugo dello spezzatino, aggiungere il formaggio, il pepe e i pezzetti di agnello; mischiare il tutto girando con una paletta di legno (cucchiarella) fino a completa cottura. Alla fine aggiungere le uova sbattute un altro po’ di formaggio, pepe e prezzemolo. A questo punto il piatto è pronto e si può servire.

Fonte Mangano Foggia

Visita San Giovanni Rotondo: ecco cosa vedere in un viaggio mistico nella città di Padre Pio

Vai su instagram segui @clickfor_puglia e la sua admin @afra25 su facebook Anna Danese

San Giovanni Rotondo sorge in montagna, in corrispondenza di uno dei percorsi che conducevano alla Grotta dell’Arcangelo Michele, scopri di più su cosa vedere nella città di Padre Pio, il santo che l’ha resa famosa. 

La sua storia è legata alle dominazioni longobarda, bizantina e normanna. Dopo una gloriosa parentesi sotto Federico II, cominciarono i periodi bui delle occupazioni angioina ed aragonese. A riscattare la città dall’abbandono dei Governi centrali e dalla povertà di una terra avara, arrivò nel 1916 Padre Pioda Pietrelcina, che qui visse e operò per 52 anni. 

Da quel momento San Giovanni Rotondo porterà il nome di Padre Pio, che ha avuto il merito di rinnovare il messaggio di fede diffondendolo in tutto il mondo cattolico ed anche l’economia del paese che ruota intorno alla figura del Santo. 

Visitare San Giovanni Rotondo significa scoprire i luoghi densi di significati sacri ed evocativi nella zona del Convento, legati a Padre Pio. Il percorso continua passeggiando per le vie del paese con la visita alle tante ed antiche chiese di grande valore storico. La Chiesa di San Nicola con il suo prezioso portale in rame, la Chiesa più antica del paese dedicata a Santa Caterina, la Chiesa Matrice di San Leonardo, di Sant’Orsola e della Madonna di Loreto per citarne solo alcune. 

Simone Roccheggiani

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: